vita di Elena. 12

– aaahh! Brava! Così! Tutta la mano! Tutta! Tutta! Aahh!! Anche l’altra! Fottetemi con due mani! Aaah! Fu quello che disse Lara. Anche Lara è una campionessa di penetrazione. Le ragazze avevano occhi indemoniati dalla lussuria, la mano di Manuela era giò  dentro, la estrasse un poco per far allargare
la vagina e permettere di entrare anche a Chiara che appiattì la sua e la poggiò contro quella di Manu, le mani erano giunte e sfasate, ripresero insieme la
penetrazione guidate dalla stessa Lara che indicava loro di entrare lentamente. Non ci volle molto, ma il tempo dilatato del momento fece sembrare alle
ragazze di aver passato un eternitò , ma infine si trovarono entrambe dentro. Non credevano ai loro occhi, non pensavano che sarebbero arrivate a tali livelli
di porcaggine sebbene non fossero certo delle santarelline e ora si trovavano con un gruppo di ben nove bellissime ragazze a fare sesso estremo!
Le modelline che imperterrite leccavano e sditalinavano i loro fiorellini da sotto erano una dolce distrazione ma riuscivano tuttavia a muovere le mani
lentamente accompagnando la cadenza del bacino di Lara che danzava come un serpente. Fu un orgasmo ‘gentile’ ma potentissimo. Lara tremava e faceva
sobbalzare il bacino senza più nessun controllo del suo corpo, la bocca era spalancata a dismisura emettendo un urlo tanto potente che neppure poteva
essere prodotto, gli occhi erano in lacrime per lo sforzo, i piedi tanto stretti che quasi sembravano pugna. Le ragazze si inquietarono a quelle tremende
convulsioni, ma solo per un momento perchè Lara si calmò un poco e sollevò la testa per guardarle ma ancora con la bocca aperta e lo sguardo
estraniato.
Anche Chiara e Manu erano colla bocca aperta, e per la sorpresa, e per il godimento di avere le fighe leccate. Il succo che Lara produce in abbondanza è
denso e quasi simile allo sperma maschile e offre un efficace lubrificazione durante le penetrazioni. Ne era giò  colato in abbondanza ma ancora ve n’era
tanto intrappolato nella vagina pronto a uscire appena le ragazze avessero estratte le mani che infatti sentivano madide di nettare. Uscirono una alla volta
dopo aver avvicinato le bocche per poter cogliere tutta quella manna che tra le due riuscirono a non sprecare aiutandosi a vicenda. Anche Lara si infilò
subito dopo una mano nella vagina e la estrasse completamente bagnata unendola alle due delle ragazze che venivano leccate con grande golositò  in un
turbinio di voraci lingue e caldi sospiri aumentati dall’orgasmo che le modelline avevano loro procurato. Quasi le avevano dimenticate, così brave, era
giusto far godere anche loro!
Presero a sditalinarle e sgrillettarle con furia usando le stesse mani che avevano prima sfondato Lara e poco dopo anche loro urlavano di piacere. Andarono
tutte e cinque a baciarsi e slinguarsi impudicamente ovunque, seguitando a toccarsi i corpi come se giò  non ne avessero avuto abbastanza.
Noi quattro non eravamo certo rimaste a guardare nel frattempo. Neppure noi sazie dei numerosi orgasmi ora, sempre a ruota eravamo impegnate in un fisting
vaginale a catena venendo come pazze, la scena era in corso mentre le altre erano intente a scambiarsi coccole e si spostarono per guardarsi incuriosite la
scena arrapandosi nuovamente. Man mano che le mani venivano estratte dalla figa di ragazza giungevano le altre a leccare e baciare tutto ciò che
trovavano a disposizione. Presto la cosa si trasformò in un’orgia romana, non si capiva più nulla, tutte in gruppo baciavamo e leccavamo qualsiasi parte di
qualsiasi corpo avessimo a portata e nulla venne risparmiato! Chiara e Manu ormai erano in perfetta sintonia con tutte quante e nel vociare sentivo le
esclamazioni di accoglienza che raccoglievano da tutte, quando non da me stessa. E finalmente Francesca ed io avemmo modo di leccarle ed essere
leccate da loro. Arrivarono altri orgasmi, gli ultimi, perchè ormai la fatica e la stanchezza era per tutte palpabile. Avevamo le fighe in fiamme da tanta usura,
e le palpebre pesavano. Stavamo per addormentarci tutte insieme sul divano ma piano piano, con le ultime forze riuscimmo a sollevarci per andare a farci
una ben meritata dormita. Dandoci gli ultimi bacini di saluto, tutte nude salimmo per la scala come tanti bradipi per dirigerci alle rispettive stanze. Che giornata
stupenda che era stata.
Ricordo solo di essermi sdraiata dopo aver indossato una mutandina e poi bianco totale fino al mattino dopo quando ben tre dei nostri gatti erano sul letto
miagolando e leccandoci la faccia ancora sporca di succo di femmina dalla tremenda notte passata. Evidentemente lo trovavano saporito perchè non si
staccavano più, le loro ruvide linguette ci costrinsero alla sveglia. Stirandoci e giocando coi gatti sentivamo il dolce baccano di decine e decine di uccellini
sugli alberi e qualche sparuta macchina in lontananza che passava sulla strada.
– mmmh…..buongiorno amore… Dando un bacino alla fra, ma senza lingua perchè non penso avessimo un alito molto fresco in quel momento.
Lentamente mi alzai per andare in bagno delle camera a restaurarmi un po’, la fra giocava divertita coi gatti. Tolsi gli slip che avevo indossato per la notte e li
trovai fradici, segno che avevo fatto sogli bagnati, ecco perchè è sempre bene dormire almeno con uno slip. Dopo aver fatto ciò che dovevo mi ripulii per
bene sotto una calda doccia e con indosso un accappatoio scesi verso la cucina per fare colazione dove giò  sentivo un vociare indistinto. Erano le nove di
mattina, il clima era stupendo e s’indovinava che avrebbe tenuto, l’aria era frizzante e corroborante e io mi sentivo in paradiso.
In cucina trovai Chiara e Manu, giò  pulite e rivestite che parlavano allegramente con mia madre e monica come fossero amiche di lunga data.
Salutando il gaio gruppetto andai a prendermi un bel tazzone di caffè. Notando che le ragazze non potendo prevedere di portarsi un cambio, indossavano
ancora i loro vestiti del giorno prima, le convinsi a toglierli e indossare un accappatoio come tutte noi, altri capi non servivano in quella mattina, serena ma
ancora fresca per girare nude.

————FINE PARTE 12 continua

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.